L’albero del miele

0

Oltre al miele d’acacia arriverà presto anche quello della Evodia? In Veneto e in Emilia l’albero del miele è già ampiamente sfruttato in alcune aziende di agricoltura biologica ed ora ci sono forti interessamenti  per coltivarlo anche nella regione Liguria. Il nome di tale pianta deriva dall’altissimo contenuto mellifero dei suoi fiori che si presentano con colore bianco a grappolo e dal profumo intenso. Ed è proprio questo profumo che ha la capacità di attrarre le api. Il miele che viene prodotto grazie a questi fiori ha, secondo gli esperti caratteristiche uniche. La pianta ha una folta chioma che regala una piacevole ombra. Il suo legno poco pregiato viene comunque usato per utensileria, per fini energetici e per realizzare pali da rafforzamento.

  1. Corrado
Condividi su:

Commenti disabilitati